15di52 – Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve, di Jonas Jonasson

15di52
Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve, di Jonas Jonasson

Un libro assurdo.
Pieno di humour e surreale.
Ripercorre la storia degli ultimi 100 anni dal punto di vista di un uomo che per non volersi mai interessare di politica in realtà è stato un politico per tutta la vita (no, non è neanche per sbaglio e neanche di striscio un libro che possa essere considerato “storico”, neanche alla larga, ma sta di fatto che cita episodi della storia degli ultimi 100 anni e alla fine una un ripassino se lo fa).
Un libro che si legge con piacere per tutte e 446 pagine, un libro per sorridere e divertirsi.
Un libro leggero (tranne che se te lo porti in borsa sulla metro ogni mattina per una settimana) che fa piacere leggere perché innanzitutto è scritto bene ed è tradotto bene (il che è sempre meno spesso una cosa da dare per scontata).
Finito il libro viene voglia di vedere il film, ma per quello c’è tempo.
Nel frattempo una domanda: chi non lo vorrebbe un nonno così?

Be Sociable, Share!