lev tolstoj, la morte di ivan il’ic

Lev Tolstoj, La morte di Ivan Il'ic
la morte di Ivan Il'ic é un lungo grido, un lamento straziante, una sofferenza acuta e sorda.
é terribile solitudine ed é sollievo per chi rimane.
Tolstoj narra con asprezza la vita di un uomo solo, in cui gli amici sono solo conoscenti e la famiglia semplici conviventi e l'unica figura amica, il suo unico sostegno é il giovane servo, forte e vitale, che accetta la malattia e la morte del padrone con semplicitá, facendo per l'uomo che accudisce quello che si dovrebbe sempre trovare la forza di fare per qualsiasi uomo: trattarlo con umanitá.
la morte di Ivan Il'ic smaschera la sua vita vuota, gli toglie il velo e la rivela per quello che é: vanitá.

Lev Tolstoj, La morte di Ivan Il'ic, copertina

su tong – mogli e concubine


Su Tong, Mogli e concubine

da questo libro é stato tratto il primo film cinese che ho visto in vita mia, lanterne rosse, nel lontano 1992, in una sala d'essai che é chiusa da tempo.
dopo quasi 20 anni leggo il libro per scoprirne tutte le differenze e amarlo diversamente dal film.
il libro é scarno, asciutto, stringato, molto piú del film (e privo di qualsiasi accenno alle cinematografiche lanterne rosse). tutto ruota intorno alla vita intima e ai pensieri dei personaggi, alla loro psicologia (se cosí si puó dire, non trovo altri termini adatti).
invidie, paure, odi, passioni di donne raccontate con purezza e semplicitá. vite segregate in un mondo troppo piccolo, limitato, che ingigantisce i particolari, come uno zoom troppo potente, li deforma e li trasforma da minuzie senza senso a elementi vitali e fatali della storia.
quando songlian entra nella casa di chen zuoqian come la sua giovane quarta moglie siamo in un XX secolo un po' arretrato ma ancora riconoscibile. dopo poche pagine di fronte a noi c'é il medioevo con tutta la sua oscuritá.
alla fine del breve romanzo il tempo, la cronologia, non ci interessano piú, alla fine c'é solo una donna distrutta dalla sua solitudine.

Su Tong, Moglie e concubine, ed. Feltrinelli, copertina del libro